giappone nihon nippon jappone japan
giappone japan
   
Home generale
Approffondimenti
Attualita'
Business
Curiosita'
Diritto
Gallerie fotografiche
Libri
Ultime notizie
Varie

giappone, storia giapponese
giappone giapponese
Cultura
storia giapponese

Home Cultura
Temi storici
Castelli - Templi
Città giapponesi
Costume e tradizioni

japan, nihon, giappone, jappone nippon
japan, nippon, giappone, giapponese, cultura giapponese
Comunita'
nihongo, giapponese, giappone, GIAPPONE, jappone, nipponico, sol levante
Blog
Forum
Giochi
Mailing-list
news dal giappone, cultura giapponese, nipponico, sol levante
japan, nippon, giappone, giapponese, cultura giapponese
Contatti
nihongo, giapponese, giappone, GIAPPONE, jappone, nipponico, sol levante

staff
webmaster

japan, nihon, giappone, jappone nippon

benvenuti su JAPPONE.COMgiappone nihon nippon jappone japan
giappone nihon nippon jappone japan

giappone nihon nippon jappone japanAtarimae - ovvio, naturale, non serve dirlo, usuale...

18 gennaio 2007

In una cultura così omogenea, strutturata e antica come quella giapponese, molte cose vengono viste come ovvie, cose che fanno parte delle esperienze e credenze comuni a tutto il paese. Questi aspetti culturali vengono chiamati atarimae atarimae, oppure "cosa normale e naturale" o "che ci si aspetta".
Queste conoscenze comuni, comportamenti, standards e aspettative aggiungono straordinaria coesione alla società giapponese. Questo rende il giapponese medio molto più predicabile che non uno straniero. Questo però non significa che per gli stranieri i giapponesi siano più facili da capire o che sia più facile andarci d'accordo.
Al contrario, proprio a causa di queste circostanze culturali, buona parte della comunicazione interpersonale in Giappone è indiretta, abbreviata o assente del tutto. Intenzioni e sentimenti possono spesso essere espressi e capiti senza usare la parola.
Capire i giapponesi, anche solo in parte, richiede considerevole conoscenza degli aspetti "invisibili" della cultura giapponese. La conoscenza della caratteristica "atarimae" dei giapponesi può essere più frustrante per un estraneo che non informativa o di aiuto in quanto gran parte di ciò che sta' dietro ad atarimae è basato maggiormente su fattori emozionali che non su ragionamenti pratici o obiettivi.
Siccome atarimae è talmente parte integrale della cultura giapponese non ci sono definizioni scritte o regole d'uso. L'abilità di capire è passata da generazione a generazione tramite osservazione ed imitazione.
Il silenzioso processo di assorbimento è un fattore chiave nel metodo tradizionale che unisce l'allievo al maestro di insegnare e imparare le arti, lavori e business in generale. E' un processo di apprendimento di diversi anni e che prontamente dà frustrazioni agli occidentali che non riescono a vedere o sentire alcun progresso. Da nuovi impiegati giapponesi ci si aspetta che imparino il lavoro e quello che devono sapere senza doverglielo spiegare a parole. Occidentali usano invece chiedere il perche' e il come. I giapponesi normalmente rimangono silenziosi perchè fare domande viene visto come atteggiamento rude e chieder come significherebbe ammettere la propria ignoranza e ciò è una cosa che un giapponese medio cerca di evitare ad ogni costo.
Parlando in generale, questioni politiche e d'affari in cui si cade nella categoria atarimae non sembrano che cambieranno per accomodare la logica, razionalità o convenienza degli estranei. Eccezioni implica invabiabilmente adottare enormi pressioni sui giapponesi per costringerli a rinunciare ai propri shikitari o "modo di fare le cose".
Un modo per combattere la sindrome atarimae giapponese stà nel spiegare pazientamente e diplomaticamente che l'atarimae e il shikitari sono fenomeni che appartengono anche ad altre culture e che tutte le culture dovrebbero dimostrare una certa flessibilità in modo che atarimae non diventi una semplice scusa per fallimenti.
Aver a che fare con il fattore atarimae in Giappone è una difficile sfida. Come gli occidentali assumono automaticamente che logica, beneficio reciproco e  lealtà basti per guadagnarsi il pane, i giapponesi tendono automaticamente a pensare che ogni rifiuto di accettare i propri termini da parte dello straniero è un risultato del fatto che lo straniero non capisce il modo giapponese di fare le cose. In altre parole, i giapponesi non neccessariamente mettono in dubbio il giusto o il sbagliato di nessuno, la loro tendenza stà nel assumere che il modo giapponese di fare le cose è l'unico modo perchè è il modo giapponese.

 

 

Tratto e adattato da: Japan's  Cultural Code Words di Boyé Lafayette De Mente

 

 

 

© ® 2004 - 2009 Tutti i diritti riservati - Jappone.com